Modalità di ammissione Accoglienza e presa in carico in RSA

All’interno della RSA è presente l’Assistente Sociale che dal Lunedì al Venerdì (dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00) è a disposizione degli interessati per fornire tutte le informazioni sulla Residenza e sulle modalità di ingresso degli ospiti.

La collocazione in lista d’attesa è il risultato di un insieme di criteri: l’urgenza della domanda ( dimissione ospedaliere ), le richieste urgenti da parte dei Servizi Sociali, l’ordine cronologico delle domande pervenute. Non sono quantificabili i tempi medi di attesa per l’ingresso

Modalità di ammissione e accoglienza in RSA

  1. A – Contatto con l’Assistente Sociale della RSA per concordare un appuntamento;
  2. B – A seguito del colloquio, ritiro della modulistica da riconsegnare debitamente compilata per inserire l’ospite in lista d’attesa (Domanda di inserimento e relazione sanitaria);
  3. C – Il Direttore Sanitario, valutata positivamente la documentazione, comunica all’Assistente Sociale la conferma dell’ospite in lista d’attesa;
  4. D – Al momento della disponibilità del posto letto, l’Assistente Sociale contatta l’ospite e/o i suoi familiari per concordare la data e l’ora dell’ingresso;
  5. E – Il giorno prima dell’ingresso, l’Assistente Sociale comunica a tutto il personale (e relativi servizi alberghieri) la data e l’orario di ingresso del nuovo ospite tramite documentazione scritta;
  6. F – All’atto dell’ingresso l’Assistente Sociale, insieme al responsabile dei servizi assistenziali, provvederà ad accompagnare in camera l’ospite ed i familiari illustrando agli stessi la struttura e l’organizzazione dei servizi interni;
  7. G – L’ équipe multidisciplinare presente in ogni nucleo composta da medici, infermieri professionali, terapisti della riabilitazione e addetti socio assistenziali, tutti identificabili a mezzo di tesserino di riconoscimento, provvedono alla presa in carico dell’ospite, seguendo il protocollo qui di seguito specificato:
    1. G1 – Il Medico si reca nella camera dell’ospite, esegue la prima visita, compila la documentazione in uso e, con l’aiuto dei familiari e del Capo Sala, acquisisce tutte le informazioni necessarie sull’ospite;
    2. G2 – L’Infermiere e il Responsabile di nucleo provvedono a comunicare con i familiari per completare i dati di presa in carico dell’ospite annotando: abitudini alimentari e dieta (evidenziando la presenza di intolleranze alimentari); lo stato della dentizione e l’uso di protesi dentarie; la capacità di orientamento spazio-temporale; il bisogno di aiuto per l’igiene e la vestizione; la continenza; le abitudini connesse al sonno ed alla veglia; la capacità di deambulazione ed ausili eventualmente necessari; patologie pregresse e in corso; terapie e modalità di somministrazione; eventuali allergie a farmaci; l’eventuale prenotazione in atto di visite specialistiche e/o esami;
  8. H – Al termine delle procedure sanitarie di ingresso, viene stipulato il contratto presso la Direzione amministrativa ed espletate tutte le pratiche burocratiche”
  9. I – Nelle prime settimane di inserimento il Medico di struttura, insieme a tutta l’equipe socio-sanitaria ed ai familiari, provvede ad effettuare la valutazione multidimensionale dell’ospite ed a formulare il piano assistenziale individualizzato, favorendo il coordinamento degli interventi assistenziali.

Presidi sanitari e ausili

La RSA provvede temporaneamente alla fornitura dei farmaci, degli ausili per la gestione dell’incontinenza (pannoloni, cateteri, ecc.), dei presidi per la prevenzione e cura delle lesioni cutanee da decubito, degli ausili per la deambulazione e gli spostamenti (bastoni, deambulatori, carrozzine, ecc.), cioè fino all’ottenimento di ausili personali per il superamento di patologie acute o per il loro utilizzo durante la terapia riabilitativa individuale.


< Documenti correlati